Cortina D’Ampezzo


Cortina D’Ampezzo
(Veneto) è un comune italiano di circa 6.000 abitanti della provincia di Belluno in Veneto. Soprannominata la “regina delle Dolomiti”, è il più grande e famoso dei 18 comuni che formano la Ladinia, nonché rinomata località turistica invernale ed estiva, che ha ospitato le Olimpiadi invernali del 1956 ed è teatro di numerosi eventi sportivi di rilevanza internazionale legati alla montagna e agli sport invernali.

Situata al centro della Conca d’Ampezzo, nell’alta Valle del Boite, Cortina d’Ampezzo è il secondo comune più esteso del Veneto (dopo il capoluogo Venezia).

Cortina è circondata a 360° dalle Dolomiti Ampezzane (facenti parte delle Alpi Orientali), che conferiscono alla vallata una bellezza unica al mondo. Tra le montagne più famose ricordiamo le Tofane a ovest, il Pomagagnon a nord, il Cristallo a nord-est, il Faloria e il Sorapiss a est, il Becco di Mezzodì, la Croda da Lago e il gruppo del Nuvolau a sud. Il territorio comunale varia d’altitudine da un minimo di 1 057 m a un massimo di 3 244 metri. Il centro urbano, invece, si trova all’incirca a 1 224 m d’altitudine.

Fra i monumenti e i luoghi di interesse segnaliamo:

L’interno della basilica dei Santi Filippo e Giacomo

la Basilica dei Santi Filippo e Giacomo, dedicata agli apostoli Filippo e Giacomo, patroni del paese, e sede della parrocchia e del decanato di Cortina d’Ampezzo. Costruita tra il 1769 e il 1775 sul luogo in cui erano sorte due precedenti chiese del XIII e del XVI secolo, è il vanto della comunità di Cortina

la Ciaśa de ra Règoles (o Casa delle Regole), posizionato in piazza Venezia, a metà di corso Italia, che ospita al proprio interno, oltre agli uffici della Comunanza Regoliera, il Museo d’arte moderna Mario Rimoldi, che conserva oltre 800 opere dei maggiori pittori del Novecento italiano: Campigli, Carrà, Cascella, de Chirico, de Pisis, Guttuso, Morandi, Mušič, Savinio, Severini, Sironi, Tomea e molti altri. Ospita inoltre numerose esposizioni temporanee su varie tematiche.